Personaggi storici

 Vincenzo Rossi, originario di Tessano, illustre cappuccino, morto in odore di santità a Dipingano nel 1460. 

Agostino Aloe, religioso cappuccino di elevata cultura, vissuto nel secolo XVI. Si vuole discendente di un ramo dipignanese della nobile famiglia cosentina. 

Giovanni Albi, filosofo, robusto oratore e dotto giureconsulto vissuto a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, morto nel 1618 in odore di santità.

Giuseppe Mele, chiarissimo letterato del secolo XVII.

Giuseppe Caruso, presbitero e versatissimo nelle Lettere,  vissuto nel secolo XVI.

Domenico Caruso, sacerdote e sapiente. Uno dei massimi conoscitori nel campo della letteratura italiana e latina, della filosofia, della matematica, della fisica e della chimica. Appartennero alla sua scuola gran parte di coloro che cominciarono nel 1810 a primeggiare in ambito provinciale nell’ingegno e nel sapere. Tra coloro che fecero parte della sua scuola ricordiamo, Giuseppe Marini-Serra, Vincenzo Mollo, Francesco Vivacqua ed i fratelli del Laurentiis. 

Benedetto Falcone, religioso, visse nel XVIII secolo. Fu lo scopritore del quadro miracoloso della Madonna della Catena.

Giuseppe Marini-Serra, nacque a Dipignano nel settembre del 1801. Studiò a Napoli e divenne maestro di diritto. Forbito oratore, nel 1823 sostenne l’accusa contro Nicola De Matteis, prefetto di Calabria Citeriore (l'attuale provincia di Cosenza), che con la calunnia aveva tentato di fare imprigionare alcuni onesti cittadini. Diventato un noto giurista, fu annoverato tra i maggiori esponenti del Foro Napoletano. Morì nel 1860.

Francesco Monaco, studente, patriota e carbonaro nel 1820. Fu una delle anime di una sommossa popolare in Catanzaro. Il 24 marzo 1823 trovò ivi la morte assieme ai compagni Giacinto De Jesse e Luigi de Pasquale.

I fratelli Giuseppe, Francesco e Vincenzo Valentini, patrioti nel 1844, 1848 e 1860.

Francesco Saverio Arabia, nacque nel 1824. Giurista, fu eletto deputato e morì nel 1889. 

Francesco Mele, Avvocato e senatore del Regno (1854-1919). Fu consigliere di Calabria Citeriore. Il suo impegno nell'affrontare la questione meridionale è testimoniato dai carteggi di due illustri meridionalisti come Giustino Fortunato e Gaetano Salvemini.

Pasquale Rossi, medico, noto storico e fervente carbonaro. Partecipò ai falliti moti in provincia di Cosenza promossi da Vincenzo Federici, alias Capobianco, nel settembre 1813. 

 Don Francesco Cozza, eccellente nel campo della letteratura, del diritto, delle scienze sociali e della filosofia. Sul finire del secolo XVIII si distinse il generale Valentini. Combatté nell’agosto 1789 contro i francesi, dai quali fu fatto prigioniero e da costoro giustiziato in Roma.

Comune di Dipignano (CS) Via XXIV Maggio 87045 - Tel. 0984/621006 - Fax 0984/621348 - P.IVA 02297690782

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.161 secondi
Powered by Asmenet Calabria